Borse 'Curie' a ricercatori D'Annunzio

Abruzzo
l-aquila

Aruffo e Granzotto proseguiranno lavoro ad Harvard e Irvine

(ANSA) - CHIETI, 26 FEB - Due giovani ricercatori dell'università 'D'Annunzio' di Chieti-Pescara hanno ottenuto importanti finanziamenti per proseguire all'estero e in Italia i rispettivi progetti di ricerca che li vedono impegnati oggi presso il Centro di eccellenza per lo Studio dell'Invecchiamento e la Medicina Translazionale. Si tratta di Eleonora Aruffo e Alberto Granzotto, che sono risultati tra i 1.351 ricercatori premiati con la borsa 'Marie-Sklodowska Curie'. Aruffo e Granzotto si sono assicurati Global fellowships di 270 mila euro che finanzieranno un periodo di ricerca all'estero, la prima ad Harvard, il secondo all'università della California-Irvine, più un anno per il ritorno in Italia e il trasferimento presso la 'D'Annunzio' delle conoscenze acquisite. Il progetto della Aruffo studia il ruolo del particolato secondario, originato da reazioni chimiche in atmosfera, nei cambiamenti climatici, mentre quello di Granzotto investiga con cellule staminali e editing genetico, il ruolo dei processi infiammatori dell'Alzheimer.
   

L'Aquila: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24