Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Jovanotti celebra l'allunaggio con la cover di "Luna" di Gianni Togni

post jovanotti (Instagram)
5' di lettura

Il cantante impegnato nei Jova Beach Party ha dedicato una sua versione del brano di Gianni Togni e Guido Morra per celebrare i 50 anni dallo sbarco sulla Luna

Il 20 luglio 1969 Neil Armstrong compiva il primo passo sulla Luna. Oggi, 50 anni dopo, alla vigilia dell'importante anniversario, Jovanotti dedica alla ricorrenza una sua versione di "Luna" di Gianni Togni e Guido Morra.

La cover di "Luna" su Instagram

Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, ha diffuso sui propri canali social lo streaming del nuovo brano. Su Instagram, il cantante conta un milione e 539 mila follower: Jovanotti ha scritto una lunga didascalia, raccontando la sua esperienza dell'allunaggio. "Il bianco e nero della diretta della Rai con Tito Stagno e Ruggero Orlando è il primo ricordo cosciente della mia vita - scrive il cantante - intendiamoci, avevo 3 anni e non sapevo chi fossero e cosa stessi guardando, l'ho scoperto molto dopo, ma ho quel ricordo nell'iride ed è lì stampato da quella sera. Me lo tengo stretto. In quel ricordo ci sono i miei genitori, i miei fratelli, la mia infanzia e tutto il mio futuro. Luna. 20 luglio 1969".

Ricordi di famiglia e amore

Allo sbarco sulla Luna il cantante romano, attualmente impegnato con i Jova Beach Party, lega momenti intimi della sua famiglia, alla nonna venuta a Roma per aiutare la mamma con la sorella appena nata. "Mi sono innamorato di una donna che è nata in quei giorni, - spiega Jovanotti - e nella mia musica la Luna è la parte che governa le maree interiori, è importante starla a sentire, la voce della Luna, come il titolo dell'ultimo film di Fellini, l'astronauta del nostro inconscio. Come tutti mi fermo a guardarla in certe notti, e come tutti mi emoziono".

"Luna tu parli solamente a chi è innamorato"

La cover di "Luna" è stato il frutto di un'improvvisazione. Mentre si trovava a Malibù con Rick Rubin, Jovanotti ha iniziato a suonare la melodia di "Luna". "Rubin che era sorpreso da questa bella melodia che in America nessuno conosce e che qui è un pezzo famosissimo di Gianni Togni e della nostra adolescenza. Ho cantato anche i cori alla Beach Boys, non lo avevo mai fatto di armonizzarmi in falsetto, ma con Rick fare musica è un'esplorazione continua", spiega il cantautore, che ha concluso il suo messaggio con un augurio a tutti i fan: "W la Luna! W lo spirito della scoperta! W la musica! Buon anniversario a tutti!".

Le reazioni dei fan

Il folto seguito di ammiratori di Jovanotti ha accolto con grande entusiasmo il nuovo brano. Tra i commenti pubblicati sui social, si legge: "Grazie Lorenzo. Conquisteremo la Luna! Già al Jova Beach Party l'abbiamo sfiorata", "Che tuffo nel passato... Grazie!", "Grazie, questa canzone con la tua voce regala molto più di un'emozione", "Arrivi sempre al momento giusto... Grazie", "Io avevo quattro anni e mi ricordo quella sera come se fosse ieri, col televisore in bianco e nero che per accendersi ci volevano 10 minuti", "Stavo giusto ammirando la Luna piena e rossa stasera e mi sentivo che sarebbe uscito un nuovo pezzo", "Io non ero nata però i miei genitori mi raccontano sempre quel giorno... Bellissimo!", "Leggerti mi ispira, sei un grande".

Visualizza questo post su Instagram

20.7. 1969 20.7. 2019 LUNA Produced by Rick Rubin Per voi, buon ascolto, e buon anniversario! il bianco e nero della diretta della Rai con Tito Stagno e Ruggero Orlando è il primo ricordo cosciente della mia vita.  Intendiamoci, avevo 3 anni e non sapevo chi fossero e cosa stessi guardando, l’ho scoperto molto dopo, ma ho quel ricordo nell’iride ed è lì stampato da quella sera. Me lo tengo stretto. In quel ricordo ci sono i miei genitori, i miei fratelli, la mia infanzia e tutto il mio futuro. Luna. 20 luglio 1969. Succede che i fatti storici entrino nella nostra vita segnandola per sempre, e io ogni volta che in questi 50 anni ho rivisto una di quelle immagini ho pensato a lei, alla luna, e a noi, io a tre anni nella stanza con i miei genitori i miei fratelli e una nonna che era venuta a Roma ad aiutare la mia mamma che era appena tornata a casa con mia sorella che era nata.  Mi sono innamorato di una donnna che è nata in quei giorni, e nella mia musica la luna è la parte che governa le maree interiori, è importante starla a sentire, la voce della luna, come il titolo dell’ultimo film di Fellini, l’astronauta del nostro inconscio.  Come tutti mi fermo a guardarla in certe notti, e come tutti mi emoziono. Cosi tempo fa mi sono ritrovato a giocare/suonare con qualche canzone che parla della luna e che amo.  Eccone una, registrata in un giorno di marzo a Malibu con ‪Rick Rubin ‬ che era sorpreso da questa bella melodia che in America nessuno conosce e che qui è un pezzo famosissimo di ‪Gianni Togni‬ e della nostra adolescenza.  Ho cantato anche i cori alla Beach Boys, non lo avevo mai fatto di armonizzarmi in falsetto, ma con Rick fare musica è un’esplorazione continua. W la luna! W lo spirito della scoperta! W la musica Buon anniversario a tutti! registrato nello studio ShangriLa di Malibu (ca) Produced by Rick Rubin Registrato da Pinaxa e Jason Lader Chitarre Riccardo onori Basso e Keys Jason Lader Keyboards Adam Macdougal Batteria Chris Dave cori Lorè Mixed by Pinaxa

Un post condiviso da lorenzojova (@lorenzojova) in data:

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"