Sospetta overdose per Demi Lovato, portavoce: “Si sta riprendendo”

(Getty Images)
2' di lettura

La star statunitense è in condizioni stabili dopo essere stata ricoverata ieri a Los Angeles per quella che, secondo Tmz, è stata una conseguenza all’uso di droga. “Alcune delle informazioni riportate non sono corrette”, dice la famiglia con una nota

La cantante e attrice Demi Lovato è sveglia, in condizioni stabili e si sta riprendendo. A comunicarlo è un rappresentante della star statunitense, ricoverata ieri a Los Angeles, secondo Tmz, per una sospetta overdose di eroina.

La famiglia chiede privacy

La famiglia di Demi Lovato, si legge in una nota, “vuole ringraziare tutti per l'amore, le preghiere e il sostegno. Alcune delle informazioni riportate non sono corrette. Chiedono rispettosamente privacy e di evitare speculazioni, poiché la sua salute e il suo recupero sono la cosa più importante in questo momento".

La versione dei media

Secondo Tmz, il Dipartimento della Polizia di Los Angeles ha risposto a una chiamata di emergenza proveniente dall'abitazione della cantante sulle colline di Hollywood. Inoltre, secondo i media, da qualche tempo la cantante 25enne dava segni di instabilità: pochi giorni fa il Daily Mail aveva riportato la notizia che la giovane artista, da poco uscita dall'ennesimo ricovero in una clinica per la riabilitazione dalle dipendenze, era stata vista uscire ubriaca da un locale di Hollywood. Prima di quell'episodio, nel bel mezzo della sua tournée, aveva licenziato il suo manager, Phil McIntyre, che secondo alcune fonti sembra stesse cercando in tutti i modi di tenere l'artista lontana dai guai.

La dipendenza e i ricoveri

Solo il mese scorso, Demi Lovato ha pubblicato il singolo Sober, in cui si scusava per aver rotto, per la prima volta dopo sei anni, il suo voto di sobrietà. In passato la giovane star ha affrontato più volte la dipendenza da droghe e alcol, che l'ha costretta anche a un periodo di riabilitazione. Nel 2011, divenuta redattrice per la rivista Seventeen, aveva scritto un articolo in cui descriveva la sua battaglia e qualche mese dopo aveva realizzato per Mtv un documentario dove raccontava le sue esperienze mentre si trovava in clinica. Nel febbraio del 2012, però, era stata ricoverata in un ospedale di Palm Springs dopo aver tentato il suicidio con delle pillole.

Leggi tutto
Prossimo articolo

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"