Studente morto sotto un treno, preside chiama in causa Fs

Liguria
11e5977bd72938e960a0cb91ad869031

"I lavori in stazione sono pericolosi per alunni"

ascolta articolo

La tragica morte di Charaf El Hachimy, lo studente travolto da un treno lo scorso 13 maggio nella stazione di Genova Voltri mentre attraversava i binari senza accorgersi del pericolo, ha spinto il dirigente scolastico del Liceo Lanfranconi, dove andava a scuola il ragazzo, a scrivere una lettera, pubblicata oggi, indirizzata a Ferrovie dello Stato, al sindaco Bucci e al presidente del Municipio. Il dirigente lancia una accusa per la mancanza di una passerella pedonale alla stazione di Voltri per passare da un binario all'altro: "costringendo così ad un percorso tortuoso e assurdo" scrive Francesco Bertolini.
    Che aggiunge: "fatti salvi i rilievi della magistratura, Ferrovie dello Stato non possono non sentirsi parte coinvolta in questa sciagura, in quanto il ritardo ingiustificato di tali lavori ha fatto si che per molti pendolari diventasse un'abitudine attraversare i binari: azione di per sé assolutamente vietata ma è ovvio che, nel momento in cui i tempi di attesa possono essere corti, tra un arrivo e una partenza, la tentazione di attraversare i binari sia forte".
    Rfi ha ricevuto la lettera e contatterà in tempi brevi il preside per analizzare insieme la situazione e fornire ulteriori elementi di approfondimento. All'ANSA risulta che il passaggio in sicurezza per raggiungere il secondo marciapiede esiste ed è segnalato. Dopo la dismissione del precedente sovrappasso non più utilizzabile sono stati avviate le attività per la sua sostituzione. I lavori della nuova passerella si concluderanno entro l'autunno di quest'anno e hanno risentito dei tempi di approvvigionamento dei materiali, in particolar modo l'acciaio.
    Successivamente sarà attrezzata anche con gli ascensori.
    La procura di Genova intanto indaga per omicidio colposo a carico di ignoti. La polizia ferroviaria, su delega del pubblico ministero Fabrizio Givri, sta indagando sul sistema di avvertimento, acustici e visivi. In particolare stanno cercando di capire se quando il ragazzino ha attraversato i binari stesse funzionando l'avviso dagli altoparlanti per segnalare il treno in transito. (ANSA).
   

Genova: I più letti