Il Natale in Liguria vale 660 milioni

Liguria
5a6793c612f6d5729234caf33aa1b066

Stima di Confartigianato. Grasso: "Regalatevi l'originalità"

(ANSA) - GENOVA, 08 DIC - Il Natale in Liguria vale quasi 660 milioni. È la spesa prevista per l'acquisto di prodotti e servizi tipici del periodo natalizio. Sulla cifra totale, 429 milioni serviranno per alimentari, 229 per altri prodotti e servizi. Una spesa così suddivisa tra le province della regione: 361 milioni a Genova (235 in alimentari e 126 in altri prodotti e servizi), 118 a Savona (77 e 41), 90 a Imperia (59 e 31), 89 alla Spezia (58 e 31. Il quadro emerge dall'ultima analisi dell'Ufficio studi di Confartigianato (dati Istat).
    La scelta non manca: cioccolatini, panettoni, torroni. Ma anche conserve, dolci e salate. Oppure un gioiello, un giocattolo, un accessorio, un abito pregiato. Un utensile o un oggetto di qualità. In Liguria ci sono 7.747 microimprese artigiane che realizzano prodotti o servizi tipici dell'offerta natalizia. Il 2,5% del totale nazionale, il 25,3% dell'artigianato complessivo in regione. E vi lavorano 22.108 persone.
    Di queste piccole e piccolissime realtà, 3.868 sono attive nella provincia di Genova (11.723 addetti), altre 1.663 sono nel savonese (4.421 addetti), a Imperia se ne contano 1.222 (con 2.810 addetti), mentre in provincia della Spezia le microimprese attive sono 1.095, con 3.157 addetti.
    «C'è ben più di un motivo per regalare un prodotto o un servizio artigiano - spiega Giancarlo Grasso, presidente di Confartigianato Liguria - Materie prime di ottima qualità, una lavorazione attenta e precisa. Ma anche l'originalità». (ANSA).
   

Genova: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24