Consiglio Liguria torna in aula con mascherine e cambio d'aria

Liguria
0c39d7dcce327a8ee995ffac77763301

Prima riunione dopo tre mesi di lavori via web

Con l'obbligo di indossare la mascherina, ingressi contingentati, misure di sanificazione e distanziamento fisico sono tornati a svolgersi in aula i lavori del Consiglio regionale della Liguria dopo 7 sedute in videoconferenza a causa del Covid-19. Era dal 3 marzo che l'aula era rimasta vuota. L'accesso all'assemblea è rimasto interdetto al pubblico e ai giornalisti, per loro diretta streaming sul sito web della Regione o sull'emittente Telenord.
    Per ridurre il rischio contagio i banchi sono stati distanziati anche a livello di gruppo e nel centro dell'aula sono stati posizionati banchi aggiuntivi ed è stato vietato ai consiglieri di alzarsi per discutere con i loro uffici durante la seduta. E' stato inoltre deciso di aerare l'aula ogni 50 minuti, con i consiglieri che sono stati invitati dal presidente Alessandro Piana a lasciare l'aula uno alla volta per tornarvi dopo una decina di minuti.
    La ripresa dei lavori in aula è stata segnata anche dalla protesta dei lavoratori del comparto turistico che hanno manifestato davanti alla sede del Consiglio per chiedere interventi urgenti a sostegno del settore. Le opposizioni hanno protestato per l'assenza dell'assessore allaSanità Sonia Viale e per l'arrivo a lavori iniziati del governatore Giovanni Toti, intervenuto alla presentazione di Euroflora (ANSA).
   

Genova: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24