Carlo Felice, applausi al Trovatore

Liguria
@ANSA
c225c34a8029c0d7498c78aba62210b6

La prima ieri a Genova fra luci e ombre

(ANSA) - GENOVA, 23 NOV - Applausi ieri sera al Teatro Carlo Felice per la prima della stagione lirica. Il cartellone è partito con 'Il Trovatore' di Verdi, opera controversa, complessa tanto sul piano drammaturgico quanto sotto il profilo musicale. L'edizione genovese ha avuto quali artefici primi del buon esito il direttore Andrea Battistoni e la regista Marina Bianchi che hanno saputo offrire una visione coerente e omogenea del lavoro verdiano, in una sinergia di intenti espressivi che non è sempre scontata. La Bianchi ha immaginato un Trovatore cupo, fosco, calato in un clima militaresco: frequenti gli incroci di spade curate nella loro resa realistica da un maestro d'armi, Corrado Tomaselli. Una grande fiction, aveva definito l'opera in conferenza stampa, sul modello del 'Trono di spade'.
    Una buona lettura, con qualche momento discutibile: nel primo atto, la luce piena rende ancora più assurdo l'equivoco in cui cade Leonora che scambia il Conte per Manrico. Splendide la scenografia di Sofia Tasmagambetova e Pavel Dragunov.
   

Genova: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24