Scritte contro il sindaco di Genova

Liguria
genova

"Ruffiano con i ricchi, bullo con i misci. Bucci infame"

Nuove scritte contro il sindaco di Genova Marco Bucci sono comparse la scorsa notte sulla facciata del palazzo dove abita il primo cittadino in via Alessi a Carignano. "Ruffiano con i ricchi, bullo con i misci. Bucci infame", la scritta lasciata usando vernice nera. 'Misci' è un'espressione genovese che significa poveri. Altre scritte erano comparse lo scorso mese "Bucci Belinon" (anche in questo caso si tratta di un'espressione genovese che significa 'poco furbo') insieme ad altre indirizzate al governatore Toti e al ministro dell'Interno Matteo Salvini. Le scritte potrebbero far riferimento alle multe fatte dalla polizia municipale alle auto parcheggiate nella via dove abita Marco Bucci. Episodio su cui lo stesso sindaco era intervenuto in modo critico. Sugli autori delle scritte indaga la Digos che sta visionando alcune telecamere della zona. In mattinata le scritte sono state cancellate. Dopo l'episodio la Questura ha deciso un passaggio più frequente delle pattuglie sotto l'abitazione del primo cittadino. 

Il sindaco ironizza sull'episodio: "Le scritte? Stamattina quando sono uscito di casa non le ho nemmeno viste. Comunque essere famosi va bene, se ci mettevano anche una fotografia era meglio. Penso che si commentino da sole ma ovviamente non sono preoccupato. Perché dovrei?". Sul fatto che l'accusa contenuta nelle scritte ('Ruffiano con i ricchi, bullo con i misci, Bucci infame') alluda al fatto che il sindaco starebbe dalla parte dei ricchi, Bucci replica: "Mi pare che la mia vita di tutti i giorni dimostri che io sto con tutti. Mi sembra di averlo dimostrato che stiamo con tutti dal primo all'ultimo".

Genova: I più letti