Carige: Pd,Conte in conflitto interessi?

Liguria
genova

Anche FI ricorda che mentore premier, Alpa, fu consigliere banca

Il Pd e FI sollevano il sospetto di un possibile conflitto di interessi per il premier Giuseppe Conte nell'annunciato decreto per il salvataggio della banca Carige.
    Diversi parlamentari dem e la senatrice azzurra Stefania Craxi ricordano che il mentore dell'avvocato Conte in campo giuridico, il professor Guido Alpa, è stato, come recita il suo curriculum, "membro del Consiglio di Amministrazione della Carige dal 2009 all'aprile 2013; Presidente di Carige Assicurazioni e Carige Vita Nuova da aprile 2013 a dicembre 2013; membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Carige dal dicembre 2013 al febbraio 2014". Come afferma il deputato Pd Michele Anzaldi, Alpa, docente di Diritto civile alla Sapienza di Roma, è stato anche "consulente del finanziere Raffaele Mincione, banchiere azionista" di Carige. Insomma Conte, che da legale ha condiviso uno studio con Alpa, avrebbe dovuto astenersi in Consiglio dei ministri ieri sera al momento di decidere sull'istituto ligure, secondo il Pd.

Nessun conflitto di interessi, diretto o indiretto con con le decisioni il premier Conte che ha assunto e che è chiamato ad assumere quale responsabile dell'Autorità di governo con riguardo alla Banca Carige s.p.a.. E' quanto precisano fonti di governo che negano che il premier sia stato consulente di Mincione:" non lo ha mai incontrato o conosciuto, neppure per interposta persona" e che con il professor Alpa "non ha mai avuto con lui uno studio professionale associato".Per questi motivi il premier ha votato in cdm.
   

Genova: I più letti