Tifosa Genoa scrive a figlia Preziosi, striscione schifoso

Liguria
@ANSA
b40144e4a13967d4e537769ea3252280

'Da genoana mi sono sentita uno schifo'. Indagine della polizia

 Ci sono tifosi del Genoa che prendono le distanze dallo striscione offensivo verso il presidente Enrico Preziosi e in particolare verso sua figlia Paola esposto domenica sera allo stadio. Tra questi c'è una tifosa, Ilaria Capurro, da 33 anni sostenitrice del Genoa, che ha scritto una lettera a Paola Preziosi affidata ai media. "Mi sono sempre sentita orgogliosa di fare parte di questa famiglia genoana, sempre, anche nei momenti più brutti, tristi, tesi o vergognosi - scrive - ma quando dalla sud ho visto quello striscione no, lì no. Non mi sono sentita orgogliosa. Da Donna, da Mamma, da Tifosa, da Genoana mi sono sentita uno schifo. Mi sono vergognata. la contestazione ci sta ma non certi striscioni. E io ci tenevo, da Donna e da Genoana, a dirtelo pubblicamente". Il gesto dei tifosi è ora nel mirino della questura che sta visionando i filmati delle telecamere dello stadio.
   

Genova: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.