Crolla parte di un tetto, donna muore nel Savonese

Liguria
@ANSA
84dcaca5551013f0e090cecd09f67b25

Strade allagate, mareggiate, navi rompono gli ormeggi, cede la diga del porto di Rapallo

Una donna di 88 anni è morta a causa del maltempo ad Albisola Superiore, in provincia di Savona. La donna, durante una tromba d'aria, è stata colpita da parte di un tetto. Soccorsa, la donna è stata portata all'ospedale di Savona dove è morta. Durante la tromba d'aria sono caduti alcuni pali dell'illuminazione pubblica. Il vento a Loano ha raggiunto i 180 km orari e la metà degli anemometri piazzati in Liguria registra raffiche a oltre 100 km/h

Blocco dei treni metropolitani e ripercussioni anche sui convogli regionali e Intercity dal tardo pomeriggio sulla linea ferroviaria tra Genova e La Spezia per via della mareggiata che sta letteralmente investendo parte dei binari all'altezza di Nervi. La circolazione dei treni a lunga percorrenza è interessata da ritardi di oltre un'ora. Questo nonostante, nel pomeriggio, la situazione delle ferrovie fosse migliorata con il ritorno all'operatività del binario a Rapallo interrotto giovedì per lo svio di una ferrocisterna. I disagi sul nodo genovese sono aumentati e la circolazione sulla linea Tirrenica è interrotta.

Sono 22 mila le utenze senza energia elettrica a causa di un fulmine che si è abbattuto su una centrale

Un pezzo della diga del porto turistico Carlo Riva di Rapallo ha ceduto a causa della violenta mareggiata che ha colpito la costa del levante ligure. La diga era già stata danneggiata da un colpo di mare diversi anni fa ed era stata sottoposta a lavori per rinforzare la struttura. Nel porto Carlo Riva di Rapallo molti addetti sono al lavoro per cercare di mettere in sicurezza le numerose imbarcazioni che a causa del crollo di un pezzo della diga sono ora a rischio per le ondate che entrano nella breccia.

Nel porto di Vado quattro traghetti di Corsica Ferries, uno dopo l'altro, hanno rotto gli ormeggi. Le navi sono ora in sicurezza, ma la situazione resta critica per la forza del mare. Uno dei traghetti, che in questa stagione non viene usato e non aveva nessuno a bordo, si è staccato dalla banchina per circa 30 metri ed è stato recuperato da rimorchiatori e Guardia costiera. E la palazzina della stessa società, ubicata sul fronte mare, è stata evacuta perché minacciata dalla mareggiata. Le onde hanno raggiunto i sette metri. Quaranta le persone allontanate. Diversi sindaci dei Comuni costieri savonesi hanno emanato apposite ordinanze per vietare l'accesso ai lungomari. Si contano i primi danni, con spiagge colme di detriti o erose dalle onde. I disagi maggiori si registrano ad Albenga e Alassio: nella città del Muretto i danni sono ingenti, con diversi dehor distrutti e finiti in mare. A Varazze sulla passeggiata Europa un edificio è stato scoperchiato. A causa delle onde è stata chiusa l'Aurelia a Porto Vado.

E' stata rinviata la partita del campionato di serie B Spezia-Benevento prevista domani sera. Lo ha deciso il prefetto a causa del maltempo.

Tromba d'aria, grandine, pioggia torrenziale e mareggiata alla Spezia, con treni fermi dalle 9.30 per detriti che sono caduti sui binari. Allagamenti in molti Comuni dello Spezzino. A Monterosso, alla Cinque Terre, i sottopassi sono allagati. Il sindaco Emanuele Moggia ha ordinato l'evacuazione di abitazioni e negozi ai piani terra e seminterrati del centro storico: i rivi sono al massimo della capienza. Monterosso è uno dei Comuni alluvionati nel 2011, quando alle Cinque Terre ci furono diversi morti. Ordinanza identica anche a Levanto. La tromba d'aria ha colpito il terminal La Spezia Container. Le operazioni in porto sono state sospese. Il vento ha fatto cadere alcuni container vuoti. A causa dei problemi sulla linea ferroviaria un Intercity diretto alla Spezia è stato bloccato nella stazione di Genova Brignole. I treni hanno accumulato ritardi fino a due ore, ma dalle 10.45 la circolazione sta riprendendo. La tromba d'aria ha colpito il terminal La Spezia Container. Le operazioni in porto sono ferme. Il vento ha fatto cadere alcuni container vuoti. A causa dei problemi sulla linea ferroviaria un Intercity diretto alla Spezia è stato bloccato nella stazione di Genova Brignole. I treni hanno accumulato ritardi fino a due ore, ma dalle 10.45 la circolazione sta riprendendo. 

Mareggiata e vento stanno mettendo in crisi le navi in porto. Alcune stanno muovendo gli ormeggi e i rimorchiatori stanno lavorando per cercare di rimetterle in sicurezza. Al cantiere San Lorenzo un'unità in costruzione ha rotto gli ormeggi, ma è stata di nuovo ormeggiata. In città, in località Migliarina, due persone che erano rimaste intrappolate in auto in un sottopasso allagato, sono state salvate dai vigili del fuoco intervenuti con un gommone.   Allagamenti ci sono stati in molte strade cittadine. L'acqua è entrata anche in diversi negozi. In val di Vara fanno paura i torrenti Pogliaschina a Borghetto Vara e Cravegna a Brugnato: sono corsi d'acqua che causarono l'alluvione del 2011. Il fiume Vara ha sforato il primo livello di guardia, ma non preoccupa.

La Celebrity Constellation, nave da crociera che era ferma in porto alla Spezia, ha rotto gli ormeggi a causa della mareggiata e del forte vento. Tre rimorchiatori sono al lavoro per mettere in sicurezza la nave e riormeggiarla. Intanto i sindacati lanciano un appello a terminalisti e Autorità portuale: "Con l'allerta meteo rossa è bene fermare il lavoro portuale. Oggi abbiamo assistito alla frana di una montagna di container ed è un miracolo che non ci siano stati feriti. Non possono essere sempre le proteste dei lavoratori a far salire il livello della sicurezza sul lavoro". Il vento forte ha scoperchiato anche molti tetti in centro città e in provincia. Oltre centinaio, dicono i vigili del fuoco, le richieste di intervento, da smaltire.

La forte mareggiata che si è abbattuta sulla Spezia ha rotto gli ormeggi che assicuravano la nave cargo Mario Ctm, di 130 metri, all'interno dei Cantieri San Marco dove era in riparazione. Immediato l'intervento dei rimorchiatori che hanno messo in sicurezza l'imbarcazione

E' esondato il torrente Gravegnola nei pressi di Rocchetta Vara nello Spezzino e sono state chiuse le strade provinciali, fuori dall'abitato, dove si sono verificati allagamenti ed erosioni delle sponde. Il torrente fa paura anche a Brugnato dove ha scalzato parte della scogliera. Nello stesso comune è stato chiuso per precauzione il grande centro commerciale in passato al centro di polemiche per la sua costruzione in un'area che nel 2011 si era allagata. Chiusa anche l'attività nella zona industriale di Ceparana in bassa Val di Vara, lungo il fiume omonimo. Alcune persone sono state tratte in salvo dai vigili del fuoco con il gommone, in particolare in prossimità di sottopassi o di strade allagate in città, in val di Vara e Cinque Terre. A Riccò del Golfo, una mamma e un bambino sono stati estratti da un'auto in difficoltà lungo la strada allagata. Una forte Forte mareggiata sta colpendo anche le Cinque Terre. Allagamenti ovunque, anche in centro città alla Spezia, dove l'acqua per diverse decine di centimetri ha invaso strade e alcuni negozi.

   Allagamenti ci sono stati anche a Chiavari, dove l'acqua, a causa di alcuni tombini saltati, ha invaso il centro storico creando problemi ai negozi.

   A fine giornata il governatore Toti si dice preoccupato per la mareggiata e per il vento forte che durerà ancora molte ore, ma annuncia che le piene dei torrenti sono passate ovunque e che non c'è rischio esondazioni. Neppure per l'Entella che era quello più minaccioso. La mareggiata ha costretto all'evacuazione il piano terra della sede della capitaneria di porto a Santa Margherita Ligure
   

Genova: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.