Ex Ccf: Cassazione condanna costruttore Riccardo Fusi

Toscana
d5e55428f656f157d6dabd7deffe8b07

Confermata sentenza di appello. Si andrà a costituire in carcere

(ANSA) - FIRENZE, 28 GEN - L'imprenditore Riccardo Fusi è stato condannato a 5 anni e 10 mesi anche dalla Corte di Cassazione per il crac del Credito cooperativo fiorentino, la banca di cui fu presidente Denis Verdini. La posizione di Fusi era stata stralciata dal processo principale, nell'ambito del quale il 3 novembre 2020 è stato condannato a 6 anni Denis Verdini, per impedimento di uno dei suoi legali. I giudici della Suprema Corte hanno confermato la condanna inflitta a Fusi in appello e respinto il ricorso presentato dai suoi difensori, avvocati Manuele Ciappi e Fabio Lattanzi. Secondo quanto appreso con questa condanna definitiva Fusi va in carcere. L'imprenditore potrebbe costituirsi nelle prossime ore. Per le accuse Riccardo Fusi avrebbe contribuito al crac del Ccf, stimato in 100 milioni di euro. Proprio nella società di costruzioni Btp, di Fusi e del socio Roberto Bartolomei - anche lui condannato in via definitiva -, sarebbero confluiti numerosi finanziamenti da parte del Credito cooperativo, elargiti nonostante l'azienda fosse in dissesto.
    Nei tre gradi di giudizio i legali di Fusi hanno sempre contestato le accuse, negando che il costruttore avesse tratto vantaggi economici dal suo rapporto col Credito Cooperativo guidato da Denis Verdini, e precisando inoltre come la maggior parte dei finanziamenti fosse stata restituita. (ANSA).
   

Firenze: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24