A Firenze rinasce Memoriale Auschwitz

Toscana
firenze

E' opera d'arte simbolo deportazione

Rinasce a Firenze, a 40 anni dal suo primo allestimento, il Memoriale italiano di Auschwitz, approdato nel capoluogo toscano dal museo dell'ex campo di sterminio da dove è stato rimosso alcuni anni fa. Si tratta dell'opera d'arte contemporanea monito per la memoria, voluta e progettata dall'Aned, che ne è proprietaria, grazie alla collaborazione tra gli altri degli architetti Lodovico e Alberico Belgiojoso, di Primo Levi, del regista Nelo Risi, il pittore Pupino Samonà e Luigi Nono.
    Insieme produssero una installazione multimediale costituita da una passerella lignea circondata da una spirale ad elica all'interno della quale il visitatore cammina come in un tunnel.
    Allestito nel museo di Auschwitz nel 1979, inaugurato nel 1980, il Memoeriale oggi è stato nuovamente presentato a Firenze, al termine di una vicenda che ne ha portato prima, era il 2011, alla chiusura al pubblico e poi alla minaccia di smantellamento da parte della direzione del museo del campo di concentramento. E' visitabile gratuitamente su prenotazione.
   

Firenze: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24