Ocse: dati Istat buoni, ma in Italia serve attenzione a chi non ha lavoro e non lo cerca

Economia

Istat certifica disoccupazione in calo e lavoratori in aumento a novembre, ma il direttore Ocse per il lavoro richiede attenzione a chi è rimasto fuori dal mercato del lavoro. Guarda il video

L'Istat ha pubblicato per novembre dati parzialmente positivi per il mercato del lavoro a novembre. I lavoratori sono aumentati di 63mila unità rispetto a ottobre e i disoccupati sono diminuiti di ben 168mila. Numeri che sembrano positivi, ma che ancora chiaramente non riescono a raggiungere i livelli pre-pandemia: gli occupati infatti sono ancora 300mila in meno rispetto ad allora.  I dati parzialmente positivi per alcuni versi sono stati sorprendenti, visto che novembre è stato un mese in cui le restrizioni e le chiusure sono aumentate.

 

Ma secondo Stefano Scarpetta, direttore dell'Ocse per il lavoro e le politiche sociali, non si può festeggiare: l'Istat ha misurato infatti anche un aumento degli inattivi, cioè chi non lavora e non cerca una nuova occupazione. Guarda nel video il commento di Scarpetta, ospite a Sky TG24 Business.

 

Ospiti della puntata di oggi sono stati anche Giacomo Calef, Notz Stucki country manager, e Lisa Jucca, giornalista di Reuters. Guarda qui l'intera puntata.

Economia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.