Antonio Minò sindaco di Avetrana muore per Covid: era stato contagiato ad aprile

Cronaca

Era ricoverato all'ospedale di San Giovanni Rotondo per complicanze cardiache e respiratorie. Negli ultimi mesi lo ha sostituito il vicesindaco Scarciglia, che lo saluta su Facebook: "Oggi la tua comunità perde una grande persona"

Aveva contratto il Covid lo scorso aprile. È morto oggi per complicanze cardiache e respiratorie. Antonio Minò, sindaco del comune di Avetrana in provincia di Taranto, aveva 62 anni ed era ricoverato da un mese all’ospedale ‘Casa sollievo della sofferenza’ di San Giovanni Rotondo. Aveva passato anche un periodo nel reparto di rianimazione del ‘Giannuzzi’ di Manduria.

Il legame con Avetrana

leggi anche

Covid: 248 casi e un decesso in Puglia

Infermiere professionale, Minò era stato eletto primo cittadino nel 2016. “Nella tua vita hai combattuto tanto, vincendo diverse battaglie”, ha scritto in un post su Facebook il vicesindaco Alessandro Scarciglia che da quell’aprile lo sta sostituendo. “Non ce l’hai fatta a superare le conseguenze di questo maledetto Covid”, ha continuato, “oggi la comunità avetranese, la tua comunità, perde una grande persona”. Minò lascia la moglie e due figli, oltre alla sua città per la quale si sarebbe ricandidato per il rinnovo della carica da sindaco dopo la scadenza naturale del mandato prevista per il 3 ottobre. 

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24