Maxi rave illegale nel Pisano, in 6mila a ballare. Identificate 200 persone

Cronaca
©Ansa

Il ritrovo è iniziato sabato notte ed è ancora in corso. Un cordone delle forze dell'ordine presidia la zona per bloccare eventuali nuovi arrivi. Le persone identificate rischiano una denuncia per invasione di terreno privato. Il prefetto di Pisa spiega: "Non abbiamo notizie di particolari criticità, nemmeno dal punto di vista sanitario"

Sono circa 200, al momento, le persone identificate dalle forze dell'ordine sui circa 6mila partecipanti al rave party non autorizzato in svolgimento da sabato notte in Toscana, a Tavolaia di Santa Maria a Monte (Pisa), con persone provenienti da Italia e anche Paesi europei. Gli identificati ora rischiano una denuncia per invasione di terreno privato. La zona è presidiata da un cordone di polizia e carabinieri, oltre un centinaio di agenti, e da un dispositivo di protezione civile con l'istituzione di tre check point sulle vie d'accesso per bloccare eventuali nuovi arrivi. Il ritrovo però prosegue: il maxi assembramento di auto, camper, roulotte, potrebbe proseguire ancora per alcuni giorni, così come avrebbero rivelato alcuni partecipanti.

©Ansa

La festa abusiva

Da sabato notte, Tavolaia è il cuore di una enorme festa abusiva, organizzata sui social, tra musica altissima e consumo di alcolici e stupefacenti, alla quale hanno aderito fra le 5 e le 6mila persone. Molti dei partecipanti provengono da fuori regione e anche dall'estero (Francia, Spagna, Germania e Belgio le nazionalità. La musica techno dalle casse montate su un camion si sente a centinaia di metri di distanza di un terreno privato. La questura da oltre 24 ore sta coordinando un apposito servizio di ordine pubblico. Attenzione anche alle misure anti-Covid

 

Il prefetto di Pisa: “Non ci sono particolari criticità”

"Per ora stiamo monitorando la situazione e non si segnalano particolari criticità al di là della musica techno molto alta che è udibile anche a centinaia di metri di distanza”, ha detto il prefetto di Pisa, Giuseppe Castaldo “Non abbiamo neppure notizia di criticità sotto il profilo sanitario, anche se sul posto vi sono ambulanze e personale del 118 pronti a intervenire in caso di necessità". Ilaria Parrella, sindaco di Santa Maria a Monte, spiega: "Riteniamo che l'idea di questo evento sia partito da organizzatori francesi. Il terreno invaso è di proprietà privata, in località Tavolaia, ai margini di un bosco. È un'area con poche abitazioni sparse e abitualmente molto tranquilla. Una specie di paradiso - sottolinea Parrella - nei pressi del quale sorge anche un osservatorio astronomico proprio per la quiete e un certo isolamento. Speriamo che questa situazione non faccia troppi danni”. Sul posto, aggiunge la sindaca, “ci sono centinaia di veicoli e almeno due grossi Tir che ospitano una specie di palco e amplificatori enormi. Gran parte dei mezzi parcheggiati hanno targa francese".

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24