Klimt rubato e ritrovato a Piacenza, pm chiedono l'archiviazione

Cronaca

Il dipinto del pittore viennese fu trafugato durante una mostra alla Galleria d’arte Moderna Ricci Oddi di Piacenza nel 1997, per poi ricomparire nel dicembre 2019. Nessun elemento a carico dei 3 indagati per furto e ricettazione

Il furto del Ritratto di Signora di Gustav Klimt rubato dalla Galleria d'arte moderna Ricci Oddi di Piacenza nel 1997 e ritrovato nel dicembre del 2019 in un vano esterno dello stesso museo è destinato a rimanere un cold case. La Procura non ha infatti individuato elementi a carico delle tre persone per le quali erano stati ipotizzati i reati di concorso in furto e ricettazione e ha chiesto l'archiviazione. L'ultima parola spetta adesso al Gip.

Il furto e il ritrovamento

approfondimento

Arte, è autentico il Klimt ritrovato a Piacenza

Trafugata nel febbraio del 1997 l’opera (risalente al 1916-1917) è stata ritrovata nel dicembre del 2019 (dopo un'assenza di quasi 23 anni) in un vano esterno dello stesso museo dove era stata collocata probabilmente qualche giorno prima. Le indagini dietro alla scomparsa di questo dipinto erano state particolarmente serrate e si erano snodate su numerose e varie piste anche grazie alla cornice del dipinto, rinvenuta sul tetto subito dopo il furto.

I tre indagati

approfondimento

Ritrovato quadro a Piacenza, forse un Klimt rubato nel 1997. VIDEO

Era stato il quotidiano Libertà, nel gennaio dell’anno scorso, a pubblicare la lettera di uno scassinatore sessantenne e un complice che sostenevano di aver fatto sparire la tela e di averla riportata al museo. Secondo quanto riportato dai media, i due avrebbero fatto parte di una banda di ladri che tra il 2013 ed il 2014 era riuscita a mettere a segno oltre 40 rapine tra gioiellerie e case. Ad essere indagata con l'ipotesi di ricettazione anche la vedova del defunto ex-direttore del museo. Pochi mesi prima della sparizione del Ritratto di signora infatti, l'allora direttore della Galleria Ricci Oddi, aveva pensato all'organizzazione di un finto furto del dipinto per promuovere una mostra a Palazzo Gotico intitolata Da Hayez a Klimt e della quale il dipinto doveva essere la principale star. Era stato lo stesso direttore a confessarlo nei suoi diari personali, resi pubblici qualche anno fa.

klimt

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.