Covid, cyberbullismo: raddoppiano le vittime minori di 9 anni

Cronaca

Secondo i dati della polizia postale i casi che vedono coinvolti minori di 9 anni sono stati 52 nel 2020. Se ne contavano 28 nell’anno precedente. Da un'indagine realizzata dal Moige un minore su 3 dà il numero di cellulare agli sconosciuti ma cancellano la cronologia per evitare i controlli dei genitori. Il 48% non saprebbe cosa fare per gestire un episodio di bullismo  

Nel 2020 sono complessivamente diminuiti i casi di cyberbullismo trattati dalla polizia postale con vittime minorenni: sono stati 412 contro i 460 del 2019. Ma rispetto all'anno scorso sono quasi raddoppiati i casi che vedono vittima un minore di età inferiore a 9 anni: nel 2019 erano 28, mentre nel 2020 sono state 52. In aumento anche i minori denunciati (62 nel 2019 contro i 66 nel 2020) per detenzione e diffusione di materiale pedopornografico. I dati della polizia postale sono stati diffusi nel corso dell'incontro del Moige "Giovani Ambasciatori per la cittadinanza digitale.

L’indagine del Moige

approfondimento

Cyberbullismo, cos'è e come difendersi: la guida

Secondo una ricerca realizzata dall’Istituto Piepoli per il Moige, nell'ultimo anno - a causa della pandemia - il mondo dei ragazzi italiani si è concentrato molto sugli smartphone con un più 65%. Un maggior uso dei cellulari ha determinato un maggiore isolamento visto che il 59% sta davanti al web da solo. Il 20% dei ragazzi inoltre non saprebbe stare un'ora senza smartphone. 3 ragazzi su 4 controllano continuamente le notifiche. Un minore su 3 dà il numero di cellulare agli sconosciuti, ma cancellano la cronologia per evitare i controlli dei genitori. Quasi la metà dei ragazzi, il 48%, non sa come fare per gestire un episodio di bullismo. 

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24