Caporalato in Calabria e Basilicata: arrestate 52 persone

Cronaca
©Fotogramma

La Guardia di Finanza di Cosenza ha portato in carcere 14 persone attualmente indagate per associazione per delinquere finalizzata all'intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro nonché al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Altre 38 sono ai domiciliari, mentre sono 14 le aziende agricole sequestrate

La Guardia di Finanza di Cosenza, in collaborazione con i militari dei Reparti di Catanzaro e Crotone, ha arrestato 52 persone attualmente indagate per associazione per delinquere finalizzata all'intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, il cosiddetto caporalato, e al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. L’ordinanza è stata emessa dal gip di di Castrovillari, Luca Colitta, su richiesta del pm Flavio Serracchiani. 

In Basilicata la maggior parte delle aziende sequestrate

approfondimento

Start-up lancia pomodoro anti-caporalato

Nello specifico, 14 delle persone coinvolte sono state portate in carcere e altre 38 sono finite ai domiciliari. Per altri otto è stato disposto l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Delle 14 aziende agricole sequestrate, 12 si trovano in Basilicata e due in provincia di Cosenza. Oltre 300 i finanzieri impegnati nell’operazione. 

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.