Donna uccisa in casa a Genova, il marito è irreperibile da 36 ore

Foto: Archivio Fotogramma
3' di lettura

La donna, è stata trovata morta nella sua abitazione di Certosa con una coltellata al cuore. I carabinieri hanno diramato l’identikit dell’uomo che era da poco tornato dall’Ecuador per tentare un riavvicinamento con la moglie

Proseguono le indagini sull'omicidio di una donna a Genova, avvenuto ieri, 8 aprile. Ancora nessuna notizia del marito della 46enne trovata morta nella sua abitazione di Certosa, a Genova, dopo aver ricevuto una coltellata al cuore. L'uomo, che era ritornato poche ore prima in città dopo alcuni mesi trascorsi in Ecuador, risulta irreperibile da almeno 36 ore. Il suo identikit è stato diramato dai carabinieri del nucleo investigativo a tutte le forze di polizia con particolare attenzione a stazioni e aeroporti ma i suoi documenti sono stati trovati nel piccolo appartamento di via Fillak così come le valigie che non sono mai state disfatte: questo potrebbe far pensare che l'uomo si nasconda in città a casa di qualcuno anche se non è esclusa l’ipotesi del suicidio.

La sorella su Facebook: "Questo assassino è ricercato"

Dal punto di vista formale, l’uomo non è ancora indagato per l'omicidio della moglie: il fascicolo aperto dal sostituto procuratore è ancora contro ignoti. Intanto la sorella della vittima ha pubblicato sulla sua pagina Facebook un appello per trovare il cognato: "Questo assassino è ricercato - ha scritto in spagnolo -. A tutti quelli che lo vedono: per favore, chiamate la polizia in Spagna o in Italia. Per favore, condividete, non è uno scherzo. Ha appena assassinato mia sorella e si è dato alla fuga. Grazie per la collaborazione".

La ricostruzione

Da quanto si è appreso, la vittima aveva già denunciato il marito nel 2004 per maltrattamenti. Otto mesi fa l'uomo era rientrato in Ecuador perché i rapporti erano di nuovo tesi ma sarebbe tornato a Genova proprio per chiarire la situazione con la moglie. Arrivati a casa, i due avrebbero però iniziato a litigare davanti alla coinquilina della donna che però avrebbe successivamente lasciato i coniugi da soli. La 46enne, che faceva la badante, è stata trovata riversa sul divano con una ferita al cuore provocata da un'arma da taglio: la porta di casa era chiusa e nell'appartamento sarebbero state trovate tracce di sangue. A lanciare l'allarme è stata la mamma della donna che non riusciva a contattarla. Sul posto è subito arrivato anche il figlio 21enne della vittima che si è sentito male ed è stato portato via in ambulanza.

Leggi tutto
Prossimo articolo