Emergenza idrica, pronto esposto procura

Sardegna
1b9852872dad8ca8bb5d64fefc579d4f

Raccolta firme residenti del centro storico di Sassari

Al via la raccolta di firme degli abitanti del centro storico di Sassari per presentare un esposto alla Procura e chiedere i danni per i cinque giorni rimasti con i rubinetti all'asciutto. Per ora si è arrivati a 150 sottoscrizioni. Su iniziativa del "Comitato Centro storico", i residenti vogliono chiedere alla Procura di verificare se ci siano eventuali responsabilità degli enti che gestiscono il sistema idrico e del Comune per l'interruzione dell'erogazione dell'acqua e per la gestione dell'emergenza.

I cittadini chiedono "l'accertamento di responsabilità in merito alla mancanza di monitoraggio dello stato igienico sanitario del centro e la valutazione dello stato di emergenza; all'insufficiente informazione preventiva e successivi aggiornamenti da parte degli organi competenti; all'assenza di assistenza diretta alle categorie più deboli quali anziani, ammalati, disabili; alla mancanza di vigilanza sul prezzo dell'acqua in bottiglia". L'emergenza idrica nel Sassarese aveva lasciato i rubinetti a secco di oltre 100mila persone a causa di un guasto nella condotta dell'Enas che rifornisce di acqua grezza i potabilizzatori di Truncu Reale e Castelsardo.

Cagliari: I più letti