Sapere e cultura, torna FestivalScienza

Sardegna
9d31b7a876ecb462c108cad9c689f867

Un mese di eventi con focus su tematiche di genere

Pier Andrea Mandòe, la fisica nucleare applicata ai beni culturali, e Giacomo Rizzolatti, il neuroscienziato che ha scoperto i neuroni specchio del cervello. Si apre a Cagliari con una doppia conferenza il 7 novembre alla Fondazione di Sardegna il FestivalScienza. Sei giornate fino al 12 tra Exma, parchi, teatro Sant'Eulalia e altri luoghi della città e dell'hinterland. Un festival diffuso che toccherà fino al 30 novembre anche Oristano, Siniscola, il Sarcidano, Iglesias più un evento a Nuoro.

Un unico filo conduttore, "Scienza è cultura", ospiti nazionali e internazionali tra scienziati, artisti, divulgatori scientifici chiamati a proporre argomenti complessi con un linguaggio alla portata di un pubblico eterogeneo. Tre le linee guida: il patrimonio culturale della scienza vista come un ponte di pace e collaborazione fra i popoli, in connessione con le arti, storia, filosofia. E in un'ottica di genere e sostenibilità. E un obiettivo di fondo: stimolare la curiosità nei giovanissimi. La 12/a edizione della manifestazione accende i riflettori "sulla relazione tra donna e scienza ancora condizionata da stereotipi e discriminazioni", ha spiegato Carla Romagnino, presidente di Scienza-società-scienza che organizza l'evento.

Da qui l'idea del primo premio nazionale Donna di Scienza dedicato a figure femminili che abbiano contribuito o contribuiscono a dare prestigio alla Sardegna in campo scientifico. Sarà consegnato alla chiusura della manifestazione. Alla cerimonia, moderata da Susi Ronchi, coordinatrice di Giulia Giornaliste Sardegna, partecipano la Rettrice dell'Università di Cagliari, Maria del Zompo, e la stessa Romagnino: 42 le candidature.  Il festival propone oltre 100 eventi tra conferenze, presentazioni di libri, spettacoli, letture, percorsi museali, botanici, naturalistici e scientifico-tecnologici, mostre, laboratori. Tra gli ospiti anche Sandra Savaglio, astronoma e astrofisica di fama internazionale, Alessandro Pascolini, professore associato di fisica teorica all'Università di Padova, il 16enne Massimiliano Foschi, vincitore delle Olimpiadi italiane della Matematica, il matematico Daniele Gouthier.

IL TAGLIO AI FINANZIAMENTI - Il 12/o FestivalScienza di Cagliari parte senza copertura economica e con tante incertezze per il futuro. "Ci aspettavamo che l'assessorato regionale al Turismo ci considerasse tra i grandi eventi ma con sorpresa il 14 ottobre abbiamo scoperto che siamo tra gli ammessi ma non siamo finanziati, a differenza di quanto avveniva in passato". Un grido di allarme giunto da Carla Romagnino, presidente dell'associazione Scienza-società-scienza, che organizza il festival, durante la presentazione della manifestazione in programma dal 7 al 12 a Cagliari e fino al 30 in altri centri dell'Isola. "Non possiamo sopperire a pochi giorni dall'apertura del festival con tempi così stretti - ha osservato - Il rischio è quello di contrarre debiti e compromettere la edizione del 2020". Il festival andrà avanti con tutti i suoi appuntamenti ma Carla Romagnino lancia un appello alla Regione "affinché trovi tra le pieghe del bilancio i fondi per finanziare un festival che ha ampie ricadute positive".

Cagliari: I più letti