Bandi imprese: scontro Riformatori-Paci

Sardegna
8620d02a0ef9f7f8866046705fe8e884

Gare ferme per opposizione ma assessore nega "siamo a regime"

"Istruttorie lente nonostante le risorse umane messe in campo per velocizzare le procedure delle gare, imprese allo stremo perch? costrette ad anticipare fondi che non arrivano". I Riformatori puntano il dito contro la situazione definita "assurda" dei bandi regionali agevolati del Por-Fesr 2014-2020, "ad oggi - denunciano - completamente fermi per ci? che riguarda i settori delle aziende turistiche e produttive".

Lo hanno spiegato incontrando i giornalisti i consiglieri Luigi Crisponi, Michele Cossa, Alfonso Marras e il capogruppo Attilio Dedoni con il coordinatore regionale Pietrino Fois. "Si tratta di bandi - spiegano - la cui scadenza ? oramai datata un anno - sottolineano - e ad oggi nemmeno si ? chiusa la fase istruttoria, tutto questo nonostante l'assessore alla Programmazione Raffaele Paci continui a far propaganda elettorale ribadendo che la Giunta sostiene le imprese". Da qui la richiesta di "un immediato riscontro a Paci sulle problematiche, tempi certi per la chiusura di tutte le istruttorie, e prima delle elezioni regionali in modo che le imprese possano rispettare gli impegni assunti e programmare l'attivit? per la stagione estiva, e un impegno concreto che possa certificare la spendita delle risorse europee, altrimenti destinate altrove".

La risposta dell'esponente della Giunta ? arrivata a stretto giro. "Le dichiarazioni dei Riformatori sono confuse e strumentali", contrattacca. E' vero, riconosce, "ci sono stati ritardi nella fase di avvio dei bandi perch? abbiamo scontato l'assoluta novit? del meccanismo, ma poi il sistema ? andato a regime e abbiamo recuperato: i dati consultabili da chiunque lo dimostrano". "La Sardegna - replica ancora Paci - non rischia affatto di perdere i fondi europei. Anzi, ricordo che ? stata proprio questa Giunta a recuperare i ritardi sulla precedente programmazione, tanto da aver consentito di spendere il 104% di tutti i fondi europei 2007-2013".

PACI, IN DUE ANNI LAVORATE 1.340 PRATICHE - In due anni le pratiche lavorate dagli uffici sono state 1.340. Lo fa sapere l'assessore alla Programmazione Raffaele Paci facendo il punto, dopo le polemiche sollevate dai Riformatori, sulla situazione dei nuovi bandi Por-Fesr che mettono a disposizione delle imprese oltre 250 milioni di euro. Il primo bando T1 (aiuti alle nuove imprese) ? in fase di piena realizzazione con 124 operazioni su circa 400 domande. "Questo ? stato il bando che ha presentato le maggiori difficolt? - spiega Paci - perch? ha scontato la novit? dell'approccio, infatti circa il 70% delle pratiche presentate non ? stato ammesso".

Quanto agli altri bandi, su 855 domande presentate, le non ammesse sono risultate 179, poco pi? del 20%, mentre la dotazione finanziaria prevista consente potenzialmente di finanziarne circa 390, ovvero il 60% delle domande validamente presentate. Per queste 390 la situazione ? la seguente: 59 pratiche ammesse e finanziate (circa 15%); 95 pratiche in attesa della documentazione da parte dell'impresa per l'adozione del provvedimento di concessione (circa 25%); 73 pratiche nella fase finale di istruttoria riassuntiva (circa il 20%); 163 pratiche in fase di istruttoria e di integrazione documentale (circa il 40%).

Per quanto riguarda il T4 (contratti di investimento per operazioni da 5 a 20 mln), sono state presentate 97 manifestazioni di interesse, e di tutte ? stata verificata l'ammissibilit?. Sulla base della dotazione finanziaria del bando (30 milioni) ? stata avviata la fase negoziale per le prime 44 manifestazioni. Di queste 6 non hanno proseguito, 7 hanno optato per altri strumenti finanziari (4 al contratto di sviluppo mise, una al Fondo competitivit?, due in fase di presentazione), 12 hanno presentato la documentazione per l'accesso al contratto di investimento regionale e sono in fase avanzata di istruttoria, 19 invece devono presentare la documentazione.

Cagliari: I più letti