Covid: in E-R l'incidenza è in salita, ma rallenta Rt

Emilia Romagna
aa5d6819ac3efcc502e26674fcd9a24a

Occupato il 6,6% dei posti in terapia intensiva

(ANSA) - BOLOGNA, 26 NOV - Crescono i contagi da Covid-19 in Emilia-Romagna, ma l'Rt, passato in otto giorni da 1,24 a 1,27, non progredisce più in maniera esponenziale. L'incidenza è di 142 contagi ogni 100mila abitanti. A presentare i dati, in conferenza stampa, è l'assessore regionale alla salute Raffaele Donini.
    "Questo incremento dei casi ancora per fortuna non si riflette in maniera rilevante sull'occupazione dei posti letto ospedalieri", nota l'assessore. Al momento le persone ricoverate in terapia intensiva sono 59 (con un tasso di occupazione del 6,6% a fronte di una soglia critica del 10%), mentre quelle nei reparti Covid sono 575 (7,3% il tasso di occupazione, la soglia critica è del 15%).
    "A fronte di una situazione epidemiologica che evidenzia una circolazione del virus abbastanza veloce non abbiamo i numeri dell'anno scorso", sottolinea l'assessore. I vaccinati con prima dose sono il 90%, con il ciclo completo l'88,3%. Le dosi aggiuntive somministrate sono 455.069, con la previsione di superare il mezzo milione lunedì. Da mercoledì poi si procederà alla prenotazione e somministrazione della terza dose per tutti i maggiorenni, come da indicazioni della Struttura commissariale nazionale. Per i bambini dai 5 agli 11 anni si attende il via libera dell'Aifa al vaccino di Pfizer, le prospettive sono di cominciare a fine dicembre. (ANSA).
   

Bologna: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24