Perseguita la nipote perché sposa un italiano, 32enne a processo

Emilia Romagna
a2aa33793c286ae5d7304477fb6b115f

Per stalking e maltrattamenti, avrebbe pure picchiato la giovane

Perseguitata e picchiata dallo zio perché, contrariamente a quanto deciso dalla sua famiglia, aveva sposato un italiano. Una vicenda, riportata da 'il Resto del Carlino', che riguarda una 21enne originaria del Marocco e residente a Castelfranco Emilia, nel Modenese. Ieri al Tribunale di Modena lo zio e connazionale della giovane, un 32enne, è stato rinviato a giudizio con le accuse di stalking e maltrattamenti.
    I fatti in questione sarebbero avvenuti tra il marzo del 2020 fino allo scorso gennaio. Lo zio avrebbe più volte picchiato e perseguitato la 21enne, peraltro incinta, per aver sposato un 42enne italiano del posto, imponendole anche di coprire maggiormente le sue parti del corpo quando si vestiva. La vicenda è emersa nel momento in cui la giovane ha trovato il coraggio di denunciare quanto avrebbe subito alle forze dell'ordine. L'uomo rinviato a giudizio deve rispondere del reato di stalking anche nei confronti del cognato. (ANSA).
   

Bologna: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24