Uccide il padre, 30 giorni di carcere e perizia psichiatrica

Emilia Romagna
a0e08e4dfe46c22dd78b6bbd9c0d2c3e

In una sezione speciale per valutarne la capacità di intendere

Trenta giorni di custodia in una sezione carceraria speciale per persone con disagio psichico. È la decisione del Gip Sandro Pecorella all'esito dell'udienza di convalida dell'arresto per il 59enne che il primo novembre ha ucciso l'anziano padre a martellate a Bologna, in via Emilia Ponente. Si tratta di una persona con problemi certificati e la decisione del giudice tiene conto della necessità di una valutazione preliminare della capacità di intendere e di volere dell'indagato, difeso dall'avvocato Andrea Gaddari. Un esame più completo è rimandato a una perizia psichiatrica che verrà probabilmente fatta nella forma dell'incidente probatorio.

Bologna: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24