Zaky: attivisti, prima visita in carcere dopo 5 mesi e mezzo

Emilia Romagna
be2308e394c81b6522f160a62a4a4a94

Studente egiziano ha potuto vedere la madre e dire che sta bene

(ANSA) - IL CAIRO, 29 AGO - "Per la prima volta dopo più di cinque mesi e mezzo a un membro della famiglia di Patrick è stato permesso di vederlo": lo ha riferito la pagina Facebook "Patrick Libero" che segue il caso dello studente egiziano dell'università di Bologna in carcere in Egitto dal febbraio scorso con l'accusa di propaganda sovversiva su internet.
    "Sua madre ha raccontato che Patrick sta bene. Ha perso un po' di peso ed era leggermente diverso, ma in generale è in buona salute", prosegue il post.
    "Patrick ha chiesto per quanto ancora sarà detenuto infondatamente e si è mostrato preoccupato per lo stato dei suoi studi, che spera di poter riprendere al più presto", riferisce ancora la pagina curata da attivisti che chiedono la scarcerazione di Zaky. (ANSA).
   

Bologna: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24