Morta dopo operazione, 28 indagati

Emilia Romagna
d1935db103035805c9deb348ee58316f

Medici e infermieri che l'hanno avuta in cura, in vista autopsia

Ventotto, tra medici e infermieri di due cliniche private bolognesi, sono stati indagati in seguito alla morte di una donna di 68 anni, residente nel Ferrarese, operata per la sostituzione di tre valvole cardiache il 25 novembre a Villa Torri e deceduta l'8 gennaio a Villalba.
    L'iscrizione è un atto di garanzia in vista della consulenza tecnica, che oggi il pm Luca Venturi ha conferito al medico legale Paolo Fais e a Roberto Bianco del dipartimento di scienze cardiovascolari e che dovrà chiarire quanto successo dopo l'intervento.
    Il fascicolo è stato aperto in seguito alla querela dei parenti della donna. Questi hanno riferito che dopo l'operazione è via via peggiorata e che è trasferita da una struttura all'altra il 23 dicembre. Hanno anche dichiarato di essere stati informati dai medici di una grave infezione in atto solo quattro giorni prima della morte.

I familiari della 68enne sono difesi dall'avvocato Massimiliano Sitta. Gli indagati, dagli avvocati Lorenzo Marangoni, Chiara Rinaldi, Sabrina Di Giampietro, Andrea Martinelli, Roberto Plati, Fabio Mennino, Egidio Oronzo, Antonio De Renzis, Tiziana Paltrenieri, Roberto Giorgi Ronchi.
   

Bologna: I più letti