Woodstock e fiori naif a Casa Ligabue

Emilia Romagna
@ANSA
6ef4f5938fe63e7c028213ed16341a56

Dal 14 agosto all'8 settembre con musica e costume anni '60

(ANSA) - REGGIO EMILIA, 3 AGO - 'I fiori di Woodstock e i fiori dei naif', a 50 anni dal grande raduno (15-17 agosto 1969), sono filo conduttore della mostra in programma dal 14 agosto all'8 settembre alla Casa-museo Antonio Ligabue a Gualtieri (Reggio Emilia). Un'occasione per ripercorrere la musica e il costume degli anni '60 che hanno preparato questo evento, in cui migliaia di giovani americani vissero tre giorni di 'pace, amore, musica', simbolo e fine di un periodo.
    L'accostamento, avvalendosi di documenti originali, sarà con i fiori proposti dai pittori naif del periodo.
    "Gli anni '60 - spiega Giuseppe Caleffi, direttore della Casa-museo - sono forse l'ultimo periodo in cui l'umano ha una percezione positivista del futuro, tanto da attualizzarlo e poter cantare con i Nomadi che 'Un figlio dei fiori non pensa al domani'. I fiori dei naif sono i fiori di Woodstock, i fiori di un mondo che lavora e si sacrifica con la sicurezza di un domani migliore ed 'elegge' i fiori a rappresentare simbolicamente questa speranza".
   

Bologna: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24