Alla compagna 'ti porto via in una bara'

Emilia Romagna
@ANSA
438c72088f83630f42c1b795127d2be2

Botte e vessazioni da tre anni, scatta l'obbligo di dimora

"Ovunque andrai ti ammazzerò... Ti troverò e ti porterò via con una cassa da morto". Sono le minacce, dopo averla picchiata, fatte alla compagna nonostante la presenza dei carabinieri. Il responsabile, un 35enne reggiano, è stato sottoposo all'obbligo di dimora nel Comune di residenza, provvedimento emesso dal Tribunale di Reggio Emilia su richiesta della Procura per maltrattamenti, lesioni personali aggravate e violenza privata.
    Le indagini dei militari di San Polo d'Enza hanno accertato botte e vessazioni da tre anni, anche alla presenza dei figli: schiaffi, pugni e testate contro il muro e in un'occasione, nel giorno peraltro della festa della donna, minacce con un coltello. Il giorno dell'intervento dei militari, l'ennesima aggressione: strattonata, presa a pugni in faccia e alla testa (per lei prognosi di 21 giorni) perché aveva trovato il coraggio di manifestare al compagno la volontà di andare via di casa con i figli.
   

Bologna: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.