Da Bologna parte caccia ai raggi gamma

Emilia Romagna
@ANSA
bc60e5e92876a70f47aa67e109fdef2e

Dal 2020 ospiterà direzione di maxiprogetto Osservatorio Cta

(ANSA) - BOLOGNA, 30 APR - Sorgerà a Bologna il nuovo 'quartier generale' del maxiosservatorio Cta, la più grande rete al mondo di studio dei raggi gamma dell'universo. La futura direzione amministrativa avrà sede entro il 2020 nel nuovo campus del Navile, in un edificio condiviso con il Dipartimento di Fisica e Astronomia, in collaborazione con l'Inaf (l'Istituto Nazionale di Astrofisica) e l'Info (l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare). Già ora sono al lavoro una trentina di ricercatori, che raddoppieranno una volta che la struttura sarà a regime. In tutto le potenziali figure coinvolte a livello internazionale sono 4mila. L'Osservatorio Cta (Cherenkov Telescope Array) è uno dei progetti più avanzati di studio dell'universo e si basa su una rete di 118 telescopi tra il deserto di Atacama in Cile e le Canarie in Spagna. Obiettivo: catturare i potentissimi raggi gamma, i più violenti e inarrestabili nelle immensità spaziali, ma che al contatto con l'atmosfera producono uno sciame della durata di un miliardesimo di secondo.
   

Bologna: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.