In E-R rallentano crescita e investimenti

Emilia Romagna
@ANSA
faab04f308ac72c760851293af22b6db

Confindustria a Governo: 'Rilancio economia sia la priorità'

Meno ricchezza, meno investimenti e meno fiducia. Il 2019 delle imprese emiliano-romagnole si preannuncia complicato, tanto che le stime per la fine dell'anno in corso sono di una crescita ferma a uno striminzito più 0,7%.
    In sostanza, il valore del Pil regionale si attesterà a quello ante-crisi del 2007, un dato scoraggiante, ma comunque migliore rispetto alla media nazionale. "La priorità per tutti oggi deve essere il rilancio dell'economia", la sferzata del presidente di Confindustria Emilia-Romagna, Pietro Ferrari, che al Governo ha rinfacciato "di essersi concentrato su due interventi costosi e con scarso impatto, come il reddito di cittadinanza e quota 100".
    A fotografare lo stato di salute dell'economia regionale è l'indagine congiunturale sul quarto trimestre 2018 e con previsioni 2019 sull'industria manifatturiera, realizzata da Unioncamere, Confindustria e Intesa Sanpaolo.
   

Bologna: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.