Artefiera, focus su pittura XXI secolo

Emilia Romagna
@ANSA
2c45db364d7b63c2dc5c82bdd4a5e0af

Il direttore Menegoi anticipa le novità dell'edizione 2020

Arte Fiera 2020 sarà più 'curata', con due nuove sezioni che si aggiungono a quella dedicata alla fotografia e alle immagini in movimento inaugurata nell'ultima edizione. Riguarderanno l'arte del dopoguerra (focus specifico su quella italiana degli anni '60-'70) e la pittura del XXI secolo. È la principale novità della prossima edizione della fiera d'arte bolognese, la più longeva d'Italia, che torna dal 24 al 26 gennaio, un giorno in meno rispetto all'anno scorso, annunciata dal confermato direttore Simone Menegoi.

"Credo che le sezioni curate - ha detto - siano la spina dorsale di una fiera, perché si rivolgono a un pubblico di collezionisti specifico e perché sono anche un modo per allargare la proposta. Nell'ultima edizione c'era una sola sezione curata, quella sulla fotografia, che è stata molto apprezzata e ha avuto dati di vendita molto buoni. Dall'anno prossimo diventeranno tre". Confermata anche l'idea di diminuire il numero degli artisti e di fissare la presenza non oltre le 150 gallerie.

Bologna: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.