Gru ferita liberata nel Delta del Po

Emilia Romagna
@ANSA
f29f3fcc87d54c343ec1cc10e2e70984

Torna a volare, munita di Gps per seguirne la migrazione

Liberata nei giorni scorsi nel parco del Delta del Po, in provincia di Ferrara, una gru cenerina ferita dai bracconieri: prima recuperata, poi curata infine è stata munita di Gps. Ha partecipato il Centro di recupero animali selvatici (Cras) Wwf di Valpredina, nelle prealpi bergamasche, specializzato nelle cure rivolte alla fauna selvatica ferita o in difficoltà. La liberazione è avvenuta in un'area speciale del Parco regionale, l'oasi delle Anse Vallive di Porto, affidata alla gestione della coop Atlantide di Cervia. La femmina di Gru cenerina, alta 120 centimetri e con un'apertura alare di oltre due metri - specie particolarmente protetta dalla direttiva europea sugli uccelli - è stata dotata di un dispositivo Gps a ricarica solare che consentirà di seguirne la migrazione verso il nord Europa, fornendo dati scientifici sui suoi spostamenti e sul recupero dopo due interventi chirurgici e oltre due mesi di degenza.
   

Bologna: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.