Moglie del titolare, non sapevo nulla dei maltrattamenti

Emilia Romagna
bologna

La donna ammette le violenze verbali: 'Cercavo di calmarlo'

Ha ammesso alcuni episodi di violenza verbale commessi dal marito nei confronti degli anziani ospiti, sostenendo però di essere intervenuta per calmarlo. E' la versione fornita oggi al gip di Bologna, durante l'interrogatorio di garanzia, dalla moglie del titolare della casa famiglia di San Benedetto Val di Sambro, nell'Appennino bolognese. La donna, difesa dall'avvocato Pier Francesco Uselli, era stata arrestata la scorsa settimana assieme al marito (ora in carcere) e a due operatrici della struttura: le tre donne sono ai domiciliari, con l'accusa di maltrattamenti. La 53enne avrebbe anche colpito con uno schiaffo una delle anziane, ma si sarebbe difesa dicendo che si e' trattato di un episodio isolato. Quanto ai maltrattamenti compiuti dal marito, ha dichiarato di non aver mai sospettato nulla. Il gip ha sentito anche le due operatrici. Da quanto si apprende una si è avvalsa della facoltà di non rispondere, mentre l'altra avrebbe sostanzialmente ammesso le proprie responsabilità.
   

Bologna: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.