Anziana uccisa nel 2000, definitivo l'ergastolo al figlio

Emilia Romagna
@ANSA
9f4b3a275b173590feb1856f63a8f3d0

La difesa, esistono rimedi nella giustizia europea

È definitiva la condanna all'ergastolo per Nicola Nanni, accusato dell'omicidio della madre Tommasina Olina (nella foto), pensionata 78enne morta con il cranio fracassato 18 anni fa, il 6 gennaio 2000, a Badolo di Sasso Marconi, Appennino bolognese. Lo ha deciso la Corte di Cassazione, che ha respinto il ricorso della difesa, gli avvocati Pietro Giampaolo e Andrea Speranzoni.

L'anziana fu trovata all'ingresso del suo casolare e l'indagine dei carabinieri, inizialmente archiviata senza colpevoli, fu riaperta nel 2008 con l'analisi di alcuni oggetti, tra cui un'accetta: tracce collegate a Nanni furono repertate sul manico di quella che è stata ritenuta l'arma, trovata ripulita nella legnaia vicino al casolare. "C'è una conferma che mette la parola fine a tre gradi di giudizio. Anche questa sentenza andrà esaminata, perché esistono ulteriori rimedi davanti alla giustizia europea", hanno dichiarato i difensori dell'imputato, fin qui processato a piede libero.

Bologna: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.