Neonato morto dopo il parto, 11 indagati

Emilia Romagna
bologna

Atto dovuto in vista della perizia sulle cartelle cliniche

Undici persone tra medici, anestesisti, ginecologi e ostetriche dell'ospedale di Ravenna sono indagate a piede libero per omicidio colposo in cooperazione per la morte di un neonato, a 20 giorni dal parto.
    Un atto dovuto, in ragione della perizia sulle cartelle cliniche disposta dal Gip per i primi di marzo.
    Come riporta Il Resto del Carlino, il bimbo, figlio primogenito di una donna di Comacchio (Ferrara) era nato il 9 giugno segnato da una grave asfissia ed era deceduto il 29 dello stesso mese all'ospedale Bufalini di Cesena. Secondo la denuncia-querela presentata ai primi di settembre dall'avvocato Francesco Ferroni, la gravidanza era stata presa in carico alla 37/a settimana dal reparto di Ginecologia e Ostetricia dell'ospedale ravennate. In prossimità della 41/a settimana, la donna era stata ricoverata per cercare di indurle il parto: due giorni di tentativi tra il 7 e il 9 giugno culminati con la nascita del piccolo che era stato rianimato senza tuttavia mai riprendere conoscenza.
   

Bologna: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.