Strage e Italicus, atti digitalizzati

Emilia Romagna
@ANSA
d58404c9e421c6f1d6c36da0c8133121

Un lavoro durato 7 anni, i file consultabili all'Archivio di Stato

Quasi un milione di atti, più di mille faldoni e oltre 86 scatole di materiale audio: una quantità di informazioni impressionante che riguarda 18 processi. I documenti sull'attentato al treno Italicus e sulla strage del 2 agosto, ma non solo, sono ora digitalizzati e consultabili da tutti all'Archivio di Stato di Bologna. Per vederli, basta un clic. Dopo un lavoro durato sette anni, si è conclusa quindi la digitalizzazione dei fascicoli processuali sui fatti di terrorismo e sulle stragi giudicati dalla Corte d'Assise di Bologna tra gli anni '70 e '90. L'iniziativa, presentata oggi a Bologna, si inserisce nel progetto nazionale 'Archivi per non dimenticare' e alla sua buona riuscita hanno partecipato, oltre all'Archivio di Stato, il Tribunale di Bologna, la Regione Emilia-Romagna, l'Istituto Beni Culturali e i volontari dell'Auser. Un plauso è arrivato dal ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, che con un messaggio si è detto dispiaciuto di non aver potuto partecipare alla presentazione.
   

Bologna: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.