Di ritorno italiano bloccato in Kuwait

Emilia Romagna
@ANSA
31b2becf9f160fbf3019991debb8a493

Libero di partire anche l'altro dipendente della Cmc, portoghese

(ANSA) - ROMA, 7 DIC - Tornerà presto a casa, a Cesena, Andrea Urcioli, il dipendente della ditta Cmc al quale era stato imposto il divieto di lasciare il Kuwait a causa di una controversia societaria. Lo ha annunciato la Farnesina.
    "Il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Enzo Moavero Milanesi, desidera "condividere la buona notizia del provvedimento appena preso dalle Autorità del Kuwait" che rimuove il divieto di lasciare il Paese che era stato disposto nei confronti del cittadino italiano". "La nuova misura", aggiunge il Ministro riferendosi alla rimozione del divieto di viaggio, "prelude al ritorno a casa, a breve, del nostro compatriota". La Farnesina e l'Ambasciata d'Italia in Kuwait si erano immediatamente attivate a tal fine. La Farnesina aveva anche convocato, tre giorni fa, l'ambasciatore del Kuwait in Italia. Fonti locali hanno precisato che il 'travel ban' è stato rimosso anche per l'altro dipendente della Cmc, il portoghese Ricardo Pinela. Il rientro di Urcioli è atteso in giornata.
   

Bologna: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.