Festival Verdi, Abbado con i grand opéra

Emilia Romagna
@ANSA
aec5358392f98ad246afcbd0026e1d7f

L'opera francese interpretata da Verdi, Rossini, Donizetti

Per il suo primo concerto da direttore musicale del Festival Verdi, venerdì 19 ottobre al Teatro Regio di Parma, Roberto Abbado sceglie i grand opéra francesi. Dirigerà la Filarmonica Arturo Toscanini e il Coro del Regio preparato da Martino Faggiani, in brani tratti da Don Carlos, Messa da Requiem, Messa per Rossini di Verdi; Guillaume Tell di Rossini; Les Huguenots di Meyerbeer; Maria Stuarda, Dom Sébastien di Donizetti.

Nel cast era prevista la soprano Valeria Sepe, ma per un'indisposizione non ci sarà e a interpretare il brano 'Libera me, Domine' - dalla Messa per Rossini di Giuseppe Verdi - sarà Myrtò Papatanasiu. Sul palco anche il tenore Roberto Miani, il baritono Enrico Gaudino e il basso Daniele Cusari.

Già impegnato per il festival con Le Trouvère, versione del Trovatore che Verdi compose per l'Opéra di Parigi, è da qui che Abbado trae il viaggio nell'opera francese interpretata da compositori italiani, "con l'eccezione di Meyerbeer - spiega - che ebbe un ruolo importante per lo sviluppo del Verdi compositore, e con un doveroso omaggio a Rossini nel 150/o della morte, partendo dalla sua ultima opera che può essere considerata l'atto fondante del grand opéra".

Bologna: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.