Monopoli, recuperata la speleologa caduta a 120 metri di profondità in una grotta

Puglia
©Ansa

La risalita è avvenuta grazie all'intervento del  soccorso alpino e speleologo. La donna è in buone condizioni di salute

ascolta articolo

È uscita dalla grotta sana e salva la speleologa 41enne caduta e ferita a 120 metri di profondità all'interno della Grotta Rotolo, la più profonda della Puglia. L'incidente è avvenuto ieri a Monopoli, nel barese. "I tecnici dopo aver operato ininterrottamente dalla serata di ieri, hanno consegnato Emanuela alle cure del 118" si legge in un comunicato del  soccorso alpino e speleologo della Puglia intervenuto sul posto insieme ai colleghi della Basilicata e Campania. I soccorritori hanno lavorato senza sosta per cercare di allargare la parte iniziale della grotta e consentire così il passaggio della barella con l'infortunata. La donna è in buone condizioni di salute: ha riportato solo una frattura al braccio sinistro in seguito alla caduta. 

L’incidente

approfondimento

Speleologo ferito in grotta, in salvo dopo quasi due giorni

 

La speleologa era scesa nella grotta all'alba di ieri con un gruppo di dieci persone per trasportare materiale e attrezzatura, tra cui bombole di ossigeno, in previsione di una futura esplorazione speleosubacquea nella falda sottostante. "Il gruppo ha percorso circa 700 metri fatti di molti passaggi stretti e tortuosi” racconta il presidente regionale del Soccorso alpino e speleologico, Gianni Grassi. Il punto dove la 41enne si è ferita, si trova a una profondità di 120 metri. "La risalita è stata particolarmente difficile" hanno spiegato gli operatori che sono scesi nella grotta per salvare la donna.

Bari: I più letti