Barista ucciso a Barletta: Tupputi colpito anche al cuore

Puglia
8918960e5576358bb7c2b7d146e2142a

Eseguita l'autopsia. Raccolta fondi per la vedova e le figlie

ascolta articolo

(ANSA) - BARLETTA, 16 APR - Tre colpi di pistola esplosi da una distanza ravvicinata, non più di qualche metro, che hanno colpito organi vitali fra il torace e l'addome, tra cui il cuore, causando una forte emorragia che ha portato alla morte del 43enne barista barlettano Giuseppe Tupputi, ucciso l'11 aprile scorso nel suo locale, al culmine di una lite con il suo presunto assassino, il 32enne sorvegliato speciale Pasquale Rutigliano. È quanto emerso dall'autopsia eseguita dal medico legale Sara Sablone. L'esame ha sostanzialmente confermato quanto emerso dalle prime indagini sul cadavere avviate ieri.
    Nel pomeriggio a Barletta sono stati affissi i manifesti funebri che annunciano il giorno delle esequie di Tupputi, martedì 19 aprile, alle ore 16 nella parrocchia del Cuore Immacolato di Maria, dove la salma sarà portata dalle 10 del mattino. Intanto in città è scattata la solidarietà per la vedova del 43enne, Giuseppina Musti, e le sue bambine. Gli amici di Giuseppe Tupputi hanno avviato una raccolta fondi invitando la cittadinanza a "non girarsi dall'altra parte dinanzi a simili sciagure, lasciando una giovane mamma e le sue due figlie sole".
    Le donazioni potranno essere effettuate tramite bonifico bancario sul conto corrente intestato a Musti Giuseppina Francesca, filiale Intesa San Paolo (via Regina Margherita, Barletta) IBAN IT70I0306941359100000001158, con causale "Giuseppe resterai nei nostri cuori". (ANSA).
   

Bari: I più letti