Sanità:Pagliaro e Lopalco,criticità in Pronto soccorso Lecce

Puglia
4f529d16148463758ab91a822b537dfb

Ex assessore Puglia, annosa carenza dì personale

ascolta articolo

(ANSA) - BARI, 12 FEB - "Tante e variegate criticità" sono state rilevate nel pronto soccorso dell'Ospedale Vito Fazzi di Lecce dall'ex assessore alla Sanità della Regione Puglia, Pier Luigi Lopalco (ora consigliere di 'Con Emiliano') e dal capogruppo de 'La Puglia Domani', il consigliere Paolo Pagliaro.
    Entrambi, spiegano, "spinti dalla volontà di vedere e toccare con mano per testimoniare di persona i tanti disagi denunciati dai cittadini", hanno fatto un sopralluogo.
    "Partiamo - spiega Pagliaro - dalle lunghe attese alla mancanza di posti letto che costringono la struttura a diventare un reparto aggiuntivo con pazienti in gran parte anziani o malati cronici, in attesa di avere un letto. Dunque, la mancanza di posti letto, la carenza di personale medico e infermieristico e di operatori sanitari, vanno ad aggiungersi al dolore, al bisogno, alla paura, al disagio per una mancata privacy tra pazienti e parenti, per questo bisogna pensare ad una soluzione". Inoltre, aggiunge Pagliaro, "crediamo sia necessario separare in due percorsi distinti il codice bianco e verde da quello arancione e rosso, in modo da poter far defluire prima le esigenze più importanti".
    "Molti dei problemi cronici della sanità, che la pandemia ha fatto emergere, si evidenziano con crisi acute dei pronto soccorso. Lecce non fa eccezione - afferma Pier Luigi Lopalco - perché da un lato c'è uno scarso filtro che eviti l'arrivo dì codici bianchi e verdi; dall'altro una rete ospedaliera che non è in grado dì assorbire i pazienti cronici che, in modo del tutto inappropriato, riempiono per giorni i letti del pronto soccorso. Basta un niente per mandare in crisi questo delicato equilibrio reso ancor più fragile dalla annosa carenza dì personale".
    "Una possibile svolta positiva potrebbe arrivare con l'attuazione del Pnrr, che prevede l'istituzione dì ospedali dì comunità ed una riforma della medicina generale". "È importante - concludono Pagliaro e Lopalco - che tale attuazione venga avviata subito e nella giusta direzione". (ANSA).
   

Bari: I più letti