Obbliga compagna a prostituirsi, arresto

Puglia
69751a1633835a9f38a61777e8749d51

Quando lei l'ha lasciato l'ha perseguitata e minacciata

(ANSA) - CANOSA DI PUGLIA, 29 DIC - Dopo averla per mesi sottoposta a violenze, derubata e persino costretta a prostituirsi per procurargli i soldi per il gioco, inducendola a rifugiarsi a casa di una amica, ha cominciato a perseguitare la sua ex compagna con sms, minacce e seguendola per strada. Fino a che la donna lo ha denunciato consentendo ai carabinieri di arrestarlo. Così un uomo di 54 anni, ludopatico, di Canosa, è finito in carcere con le accuse di stalking, induzione e sfruttamento della prostituzione e danneggiamento seguito da incendio. Le indagini coordinate dalla Procura di Trani hanno accertato che la donna, cinquantenne e invalida, era da tempo vittima di violenze continue da parte del compagno che le sottraeva la pensione d'invalidità per giocare alle slot machine. Quando il denaro non bastava, minacciava la donna con un coltello, costringendola a prostituirsi procacciando lui stesso i clienti. In alcuni casi non le avrebbe consentito di assumere le medicine di cui aveva bisogno, obbligandola a bere alcolici.
   

Bari: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24