Vaccini a parenti e amici, due indagate in Valle d'Aosta

Valle D'Aosta
942432c2584ea0b4111f7ce33c6bb724

Sono medico in servizio all'assessorato e addetta InfoVaccini

La procura di Aosta ha chiuso le indagini dell'inchiesta sulla somministrazione 'irregolare' di vaccini Covid-19 nella regione alpina. Con l'accusa di peculato sono indagate il medico Helene Imperial e Laura Plati, rispettivamente funzionarie dell'assessorato alla sanità e infermiera dirigente dell'Usl (addetta al coordinamento degli operatori di OInfoVaccini). Secondo gli inquirenti l'Imperial ha trasmesso alla Plati i nominativi di una decina di persone a lei vicine - parenti e amici - affinchè venissero inseriti nell'elenco dei soggetti da vaccinare nonostante non ne avessero ancora il diritto. L'inchiesta è stata condotta dal Nas di Aosta e coordinata dai pm Francesco Pizzato e Luca Ceccanti.
   

Aosta: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24