Droga: il boss comandava dal carcere di Aosta, nove arresti

Valle D'Aosta
179daf96bc015334dc1e635be5bbe307

Operazione dei carabinieri del Ros e della Dda di Torino

Dirigeva il traffico di droga dal carcere di Aosta, dove era detenuto, scambiando pizzini durante i colloqui con la compagna e la sorella, o servendosi di cellulari introdotti di nascosto nella struttura. È una delle scoperte fatte nel corso dell'indagine dei carabinieri del Ros e della direzione Distrettuale antimafia del Piemonte sfociata oggi nell'esecuzione di nove misure cautelari a carico di persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico di droga, con l'aggravante della transnazionalità.
    L'uomo, Giuseppe Nerbo Junior, era stato arrestato nel 2017 a Barcellona, in Spagna, dove si era rifugiato per sfuggire alla cattura nel quadro delle indagini sull'omicidio di un orefice, Patrizio Piatti, ucciso a Monteu Roero (Cuneo) il 9 giugno 2015.
    Una volta estradato in Italia era stato portato nel carcere di Aosta, da dove continuava a coordinare l'importazione di hashish e cocaina. Quando venne individuato, nel 2018, a prendere le redini del gruppo furono la compagna e la sorella, che ora sono state arrestate insieme a tutti i componenti del gruppo. 

Aosta: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.