Energia:Aggravi, accordo su Cva importante ma non risolutivo

Valle D'Aosta
bf63b5475b4ef36d44c85772788d3869

'Non risolve i dubbi e le scelte per il futuro'

   L'ipotesi di esclusione della Cva dai vincoli della legge Madia emersa dalle trattative tra il senatore valdostano Albert Lanièce e il Governo e la conseguente possibilità di "riapertura della finestra per l'emissione dei bond quotati" rappresentano "un risultato sicuramente importante per il futuro dell'azienda, ma non certo risolutivo". E' quanto scrive oggi Stefano Aggravi, consigliere regionale della Lega Vallée d'Aoste nel suo blog La vitre cassée.
    "Se da un lato permette di far uscire la Cva dal perimetro di applicazione delle limitazioni dettate dalla Legge Madia, - spiega l'ex assessore regionale alle finanze - dall'altro non risolve i dubbi e le scelte che occorrerà fare sul futuro dell'azienda come abbiamo già avuto modo di dire in Consiglio regionale".
    Secondo Aggravi "una cosa è il futuro del più grande gestore valdostano di concessioni idroelettriche, un'altra quella delle future gare di assegnazione e della relativa norma di attuazione che langue in Paritetica". "Questa differenza - spiega il consigliere della Lega - non è affatto banale, considerando che la Regione si troverà ad essere al contempo proprietaria del soggetto gestore "uscente", titolare delle concessioni in gara, nonché arbitro della contesa. Qui sì che la norma di attuazione (il suo contenuto) sarà fondamentale, proprio per regolamentare come dovranno essere gestite le gare e scongiurare qualsiasi rischio di conflitto di interessi". 

Aosta: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.