Covid: sindacato medici, rischio default sistema sanitario Vda

Valle D'Aosta
ae5ccea41534b2aff144ceb8677a3d9e

Già 10 medici positivi,"in pericolo anche ambulatori territorio"

"Se in Valle d'Aosta la situazione continua dal punto di vista epidemiologico in questo modo" c'è "il rischio di uno scenario 4, di implosione, di default del sistema sanitario". E' l'allarme di Riccardo Brachet Contul, medico chirurgo ospedaliero, segretario regionale del sindacato Anaao Assomed per la Valle d'Aosta.
    Sono già una decina medici ospedalieri positivi al coronavirus, alcuni dei quali sintomatici. "La cosa grave è che sono colleghi che non possono lavorare, e quindi curare. Con l'aumentare dell'onda epidemica e con l'attuale carenza d'organico" - circa 60 unità delle 400 previste - "rischiamo di diventare un ospedale Covid: tutto il personale, già sotto organico, diventa a disposizione del Covid e non riusciamo più ad assicurare i servizi, sia di medicina sia di chirurgia, per tutte le altre patologie di cui la popolazione è affetta". Inoltre, aggiunge il dottor Brachet Contul, "a breve ci sarà probabilmente la chiusura anche degli ambulatori sul territorio".
    Occorre quindi intervenire "in qualche modo, con un lockdown, con una limitazione, un controllo dei contagi che si può fare solo tramite misure di responsabilità civica", anche perché "senza la salute non c'è lavoro, non c'è attività produttiva".
    Per il segretario del sindacato "la cosa preoccupante è che chi non doveva dormire ha dormito e non ha fatto minimamente tesoro del periodo di marzo e aprile. Adesso la situazione è critica a livello di territorio e di ospedale e purtroppo siamo solamente ai primi di novembre, e c'è tutto l'inverno davanti".
    In Valle d'Aosta la carenza di circa 60 medici ospedalieri - "dovremmo essere 400 ma siamo circa 340" - si riversa su "quasi tutte le specialità, a partire da Malattie infettive, che ha un organico inferiore del 50%, Pneumologia del 33%, Radiologia di almeno il 50%, ma anche Ortopedia".

Barmasse, eccessivo parlare di default - "E' una situazione importante, tutto dipenderà dalle misure che metteremo in campo e dagli effetti che avranno. L'impatto del Covid è stato molto importante. Per ora la struttura regge ma a medio termine potrebbe avere problemi. In questa situazione però parlare di default mi sembra eccessivo". Lo ha detto l'assessore regionale alla sanità, Roberto Barmasse, rispondendo ai sindacati in merito all'emergenza coronavirus e ai suoi riflessi sull'ospedale Parini.
   

Aosta: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.