Regionali: Savt, votare chi difende nei fatti l'autonomia

Valle D'Aosta
7eb27c0e222ea0fba6953a37a0edc8f1

'Lasciarsi alle spalle scandali e crisi'

"Andare a votare e esprimere la propria preferenza per quelle liste e quelle persone che possano realmente, nei fatti e non nelle parole, difendere e sostenere la nostra Autonomia e il nostro Statuto Speciale". E' l'appello che la segreteria del Savt lancia alla vigilia delle elezioni regionali valdostane del 20 e 21 settembre prossimi.

"E' sorprendente e allo stesso tempo paradossale - commenta il sindacato - vedere che tutti gli schieramenti hanno messo l'autonomia come punto fermo dei programmi elettorali con i quali si presentano agli elettori, salvo poi cadere talvolta in contraddizione con se stessi all'interno degli stessi programmi dove si leggono impegni che con l'autonomia non hanno nulla a che vedere".

"Addirittura anche i leader dei partiti nazionali, compresi quelli notoriamente più centralisti, - aggiunge il Savt - hanno preso chiaramente posizione in tal senso e si sono impegnati a valorizzare il nostro particolarismo". Secondo il sindacato autonomo "bisogna lasciarsi definitivamente alle spalle gli ultimi anni caratterizzati da scandali e crisi e ripartire da quelle che sono le nostre radici e la nostra storia. La Valle d'Aosta deve tornare ad essere un modello di autogoverno da imitare dalle altre realtà". "In questo senso - si legge ancora - è fondamentale avere una visione moderna e al passo con i tempi della nostra particolarità, che abbia attenzione per le dinamiche nazionali e internazionali". 

Aosta: i più letti