Lettere a banche? Pm, sentenza illogica

Valle D'Aosta
4d9c70c0931836ee1ffbc1b202339ba1

Depositato appello contro assoluzione Rollandin

Non applica correttamente i "principi di logica", evidenzia "marchiani errori di superficialità" e "rivela un badiale deficit argomentativo" la sentenza con cui il gup Davide Paladino ha assolto l'ex presidente della Regione Augusto Rollandin nel processo per abuso d'ufficio continuato e aggravato sulle lettere di patronage che, da governatore, inviò nella primavera del 2014 a tre banche creditrici per 19 milioni di euro della Casinò de la Vallée spa, già allora in crisi. Lo scrive nella dichiarazione di appello il pm Luca Ceccanti, secondo cui il giudice ha cancellato "completamente, non prendendoli in alcuna considerazione o sminuendone totalmente la portata probatoria, numerosissimi costituti probatori, orali e documentali". Se per il gup "a tali lettere non può annettersi l'effetto del trasferimento del rischio" dalle banche creditrici alla Regione, secondo il pm "una tale conclusione cozza contro elementari principi di logica".


   

Aosta: i più letti